Pubblicato il 09. novembre 2023

Intervista a EAZ: "Non ho un milione in banca".

Il nostro artista partner EAZ pubblica il suo secondo album da solista "Liquor Store". L'ondata di successo del rapper dialettale sembra essere davvero decollata. Perciò è ancora meglio che il talentuoso cantante sprechgesang abbia mantenuto i piedi per terra. E probabilmente resterà così ancora per un po'.

Journalist
4017

Le cose stanno andando bene per EAZ. Diversi milioni di streaming, concerti in grandi sale fino a dicembre, fama nella vicina Germania e solo elogi da parte delle sue file urbane. Il rapper dialettale, che con "Juicy" ha realizzato la hit svizzera dell'anno, pubblica oggi il suo terzo album in studio "Liquor Store". Abbiamo parlato al telefono con il nostro artista partner e lo abbiamo raggiunto da qualche parte tra Wetzikon e alcune dune di sabbia.

In vendita dal 18 agosto: "Liquor Store".
In vendita dal 18 agosto: "Liquor Store".

Yo, EAZ. Quanto è "succosa" la tua vita in questo momento?

La mia vita è principalmente stressante in questo momento. Ho molte cose da fare, ma mantengo il sangue freddo. Un grande team mi aiuta a coordinare gli appuntamenti.

Perché? Di solito non avete il programma sotto controllo?

Mettiamola così: ho dovuto abituarmi al fatto che molti appuntamenti devono anche essere coordinati (ride).

Da circa un anno sembra che tu ti stia trasformando nel più grande rapper dialettale della Svizzera. Siamo gli unici a vederla così?

Non penso a cose del genere. Abbiamo molti grandi artisti rap nel nostro Paese e questa è una buona cosa. Ho una comunità assolutamente fantastica che mi sostiene. Senza di loro, tutto questo non sarebbe possibile.

Come è cambiata la sua vita negli ultimi 5 anni?

Oggi posso fare ciò che amo fare. E posso permettermi cose che difficilmente avrei potuto permettermi cinque anni fa. Ho anche organizzato la mia vita. Cinque anni fa vivevo ancora alla giornata. Oggi è diverso.

Il vostro nuovo album "Liquor Store" contiene un sacco di bling bling. Quanto è davvero "bling bling" la tua vita?

Non ho un milione in banca, ma posso riempire il mio frigorifero, pagare le bollette, dare qualcosa ai miei genitori e andare regolarmente in vacanza.

"La mia vita si è svolta per strada".

EAZ
In "Blaulicht", tu e L Loko parlate della vita nelle case popolari, della droga e del ghetto. Lei viene da Wetzikon. Quanto la vostra immagine rispecchia la realtà?

La nostra immagine è accurata al 100%. Non viviamo in un ghetto, ma la droga e la povertà sono un problema anche per noi. Ho vissuto in questi quartieri da adolescente e ho sperimentato tutto. Nulla è eccessivamente stilizzato. Non ho frequentato gli scout o il club di ginnastica. La mia vita si svolgeva per strada.

Se ascoltate "Liquor Store", vi renderete conto che non siete affatto vicini a dove volete essere. Dove volete essere?

Noi svizzeri spesso pensiamo in piccolo quando si tratta di musica. Sono convinto che molto sia possibile anche da qui. Anche un Grammy è possibile.

EAZ, grazie per il suo tempo. In bocca al lupo per l'uscita del nuovo album!

Grazie!

EAZ si esibirà all'Openair di Zurigo il 26 agosto.

Tutte le informazioni e i biglietti sono disponibili qui.

Ti è piaciuto l'articolo?