Pubblicato il luglio 25, 2022

"Running Up That Hill": quando i classici conquistano improvvisamente le classifiche

Una delle ragazze più cool di Stranger Things ascolta "Running Up That Hill (A Deal With God)" di Kate Bush - e la canzone del 1985 entra in classifica nel 2022. Uno sguardo ai classici che stanno vivendo una seconda primavera.

Journalist
876
Max hört Kate Bush und hebt ab

Lo abbiamo sempre saputo: la musica di Kate Bush ha la capacità di salvare amicizie, sconfiggere demoni e aprire un varco negli inferi che stanno per inghiottirti. La serie Netflix "Stranger Things", che ha appena iniziato la sua quarta stagione, ha finalmente girato in modo adeguato questa conoscenza. Max (interpretata da Sadie Sink), che all'inizio della serie si ritira lentamente dal mondo reale in preda alla solitudine e alla depressione, sente più volte "Running Up That Hill (A Deal With God)". È la sua canzone preferita: già nel primo episodio si vede Max aggirarsi per la scuola mentre si reca dal consulente scolastico, portando con sé un walkman e usando la musica di Kate Bush per bloccare il mondo reale. In seguito, i suoi amici aiutano Max a uscire dall'oscuro mondo parallelo o sotterraneo "Upside Down" con l'aiuto della canzone, come si può vedere in questa scena:

Max nelle grinfie della malavita - ma Kate Bush accorre in soccorso!

Regina in streaming all'improvviso: Kate Bush

L'utilizzo da parte delle celebrità di questo grande classico ha ormai apparentemente fissato una giovane generazione. La canzone ha raggiunto la posizione n. 1 delle classifiche di streaming in molti paesi. Tra l'altro, non è invecchiato bene solo dal punto di vista musicale. Il contenuto, come spiegò Kate Bush nel 1985, riguarda due amanti la cui intensa relazione porta a reciproche insicurezze. "Nella canzone penso a come sarebbe se l'uomo potesse essere la donna e la donna potesse essere l'uomo. Se potessero fare un patto con Dio per scambiarsi di posto. Così capirebbero cosa significa essere l'altra persona e forse si chiarirebbero i malintesi. Tutti i piccoli problemi non esisterebbero. "Un interessante esperimento di riflessione che può essere facilmente pensato dall'intimo al sociale.

"Dreams" entra nella coscienza dei giovani ascoltatori grazie a TikTok

Il volo di fantasia della vecchia canzone di Kate Bush non è tuttavia un caso isolato. Il modo in cui oggi si trova la musica - ovvero attraverso lo streaming, i TikTok o i film e le serie - spesso ignora l'attualità. TikTok, in particolare, riesce più volte a portare vecchie canzoni nella coscienza e nelle classifiche di streaming. Alcuni classici diventano improvvisamente accessibili a un gruppo target molto giovane, che improvvisamente vuole farsi prestare dal padre o addirittura dal nonno quel disco polveroso dei Fleeetwood Mac, "Rumours", con la copertina sgraziata. Nell'autunno del 2020, ad esempio, le vendite digitali della canzone "Dreams" (nella versione rimasterizzata del 2004) dei Fleetwood Mac sono aumentate di ben il 374% e gli streaming dell'89%. La "colpa" è di Nathan Apodaca, che come @420doggface208 è un creatore di successo su TikTok. Quando il 25 settembre 2020 la sua auto si rompe, abbandona la macchina, sale sullo skateboard perché ha un altro appuntamento e sfreccia su una strada costiera. Per farlo, beve un sorso di "Ocean Spray" e ascolta "Dreams" dei Fleetwood Mac. Il video è stato talmente celebrato, citato e diffuso che persino Mick Fleetwood ha ottenuto un profilo TikTok.

Per molti il modo più bello di ascoltare i Fleetwood Mac

Portato a 1 con l'attivismo virale:Killing In The Name

Una hit crossover degli anni '90 - per non dire LA hit crossover degli anni '90 - ha occupato probabilmente la posizione di classifica più importante in Inghilterra nel 2009: "Killing In The Name" dei Rage Against The Machine è approdata al n. 1 della classifica britannica dei singoli nella settimana di Natale - battendo l'attuale vincitore del programma di casting "The X Factor" Joe MeElderry. Questo ha rallegrato l'iniziativa su Facebook "Rage Against The Machine For Christmas No. 1 2009!", che si era posta proprio questo obiettivo ed era stata avviata dalla coppia di coniugi Jon e Tracy Morter. Il gruppo si è ritrovato con quasi un milione di membri e, dato che molti hanno acquistato la canzone in digitale, l'esperimento è riuscito. Per inciso, i Rage Against The Machine hanno donato la maggior parte dell'inaspettato ricavato a un rifugio per senzatetto e un anno dopo hanno ringraziato i loro fan inglesi con un concerto gratuito al Finsbury Park di Londra - dove hanno suonato "Killing In The Name", ovviamente:

"Killing In The Name" dal vivo a Finsbury Park nell'anno successivo all'azione

I classici del pop come investimento

Ci sono molte storie di successo di questo tipo - e ne vedremo altre. Ciò è dovuto anche al fatto che le canzoni di successo del rock e del pop sono diventate un ricercato oggetto di investimento. Ciò è dovuto principalmente a Merck Mercuriades e al Fondo Hipgnosis Songs Limited da lui fondato. Con questo fondo d'investimento alle spalle, l'ex manager musicale Mercuriades, che ha lavorato ad esempio con Beyoncé ed Elton John, ha intrapreso da qualche tempo uno spettacolare tour di shopping. Ha acquistato i diritti di pubblicazione dei loro cataloghi di canzoni da alcuni dei più grandi nomi della storia della musica. Neil Young, i Red Hot Chili Peppers e i Fleetwood Mac hanno venduto gran parte dei loro diritti al fondo, incassando milioni che non avrebbero mai guadagnato con le loro royalties.

In un'intervista rilasciata al canale televisivo CNBC nel 2018, Merck Mercuriades ha dichiarato di voler considerare il valore di una canzone alla stregua del valore dell'oro o del petrolio. Soprattutto, si presenta come il preservatore di un'eredità culturale che permette ai creatori di guadagnare in una fase avanzata della loro carriera, che non possono più guadagnare da soli. Affinché lui e gli investitori possano trarre profitto, il fondo promette anche di garantire che queste canzoni rimangano nella coscienza del pubblico. Nell'intervista, parla di "gestione attiva che porterà le canzoni in nuove sfere di successo". TikTok e le serie cult dovrebbero essere uno strumento adatto a lui - quindi dovrebbe essere solo una questione di tempo prima che un altro classico diventi una manna dal cielo.

Merck Mercuriades e Nile Rodgers, mente dei CHIC, rilasciano un'intervista all'emittente televisiva CNBC presso la Borsa di Londra.

Ti è piaciuto l'articolo?