Pubblicato il 08. novembre 2023

"All I Want For Christmas Is You" e 20 milioni da Mariah Carey

La canzone di Natale di Mariah Carey - la più fastidiosa o la più bella, ma sicuramente la più famosa -è già in voga nelle varie classifiche di streaming. L'atmosfera di festa per la cantante è offuscata dal fatto che è stata citata in giudizio dal cantante country Andy Stone e dal suo autore Troy Powers perché ritengono che la hit della Carey violi il copyright della sua omonima canzone del 1989.

Journalist
5929

"All I Want For Christmas Is You" di Mariah Carey è stata pubblicata nel 1994, ma ci è voluto un po' di tempo prima che sviluppasse tutta la sua potenza commerciale, scusate: contemplativa. La canzone, che probabilmente frutterà a Mariah Carey ingenti royalties ogni anno, ha raggiunto il numero 1 delle classifiche statunitensi per la prima volta solo nel 2019. Secondo il Guinness dei primati, è ora il singolo natalizio più venduto da un artista solista negli Stati Uniti. L'era dello streaming sembra aver alimentato questo successo: la Carey ha stabilito un record Spotify nel 2021 dopo che la canzone è stata ascoltata in streaming 17,4 milioni di volte il 24 dicembre.

Il Natale inizia a settembre

Ormai sembra essere diventata quasi una tradizione di culto ascoltare "All I Want For Christmas Is You" dal momento in cui ci si pone la domanda per la prima volta: Come sto festeggiando il Natale quest'anno? Per molti, a quanto pare, questo inizia già a settembre: quando quest'anno è stato riferito che la canzone stava già raccogliendo 300.000 stream al giorno, Mariah Carey ha detto divertita che la gente doveva essere paziente. Domenica scorsa, "All I Want For Christmas Is You" si è trovata al numero 54 della classifica di Spotify. La tendenza è in aumento, per non dire in escalation.

Citato in giudizio per la seconda volta

Quest'anno, tuttavia, Mariah Carey potrebbe non essere dell'umore giusto per festeggiare. È stata citata in giudizio per la seconda volta dal cantante country Andy Stone. Il cantante aveva pubblicato una canzone omonima nel 1989 con il nome di Vince Vance & The Valiants. Nel giugno del 2022 ha citato per la prima volta la Carey in un tribunale della Louisiana, ma stranamente ha ritirato la causa cinque mesi dopo. Ora, con il suo autore Troy Powers come coimputato, ci sta riprovando presso il tribunale federale di Los Angeles e chiede nuovamente una somma di circa 20 milioni di dollari. Secondo Stone, la hit natalizia avrebbe copiato la "struttura compositiva di un lungo confronto tra una persona cara e i benefici del lusso stagionale", oltre ad altri elementi musicali e lirici.

Il 50% delle parole sono le stesse

L'avvocato Douglas M. Schmidt, che ha partecipato alla prima causa, ha commentato la controversia alla rivista americana Rolling Stone. Dice: "Se si guardano le due canzoni, si può notare che circa il 50% delle parole sono le stesse, quasi nello stesso ordine. Credo che sia una rivendicazione piuttosto forte", ha dichiarato l'avvocato. È stato fatto un tentativo di risolvere il caso in via extragiudiziale, ma senza una soluzione soddisfacente. "Ora stiamo cercando di ottenere una chiusura finanziaria attraverso un accordo o un processo", ha dichiarato Jay Ceravolo, manager di Stone, in un comunicato. "Si tratta semplicemente di un caso di violazione del copyright".

La frase "All I Want For Christmas Is You" era ancora "unica" alla fine degli anni '80.

Nel nuovo processo, Andy Stone e Troy Powers sono ora rappresentati da Gerard P. Fox. Egli è un esperto in questo campo e ha rappresentato, ad esempio, i cantautori Sean Hall e Nathan Butler, che nel 2017 hanno fatto causa a Taylor Swift. La cantante aveva utilizzato alcune parole della loro canzone "Playas Gon' Play" per "Shake It Off". Tuttavia, la causa è stata archiviata. Nel caso attuale, Fox ritiene naturalmente di avere maggiori possibilità. Dice che anche se la frase "All I Want For Christmas Is You" "può sembrare una frase comune oggi, nel 1988 era unica nel suo contesto". La tesi dei procuratori: secondo loro, la canzone era molto diffusa nelle radio americane, soprattutto nel 1993. Carey l'avrebbe sentita - e l'avrebbe strappata un anno dopo.

Anche Mariah Carey ha litigato per anni con il suo co-scrittore

La causa si riferisce anche ai disaccordi tra Mariah Carey e il suo coautore di lunga data Walter Afanasieff, che ha scritto con lei "All I Want For Christmas Is You". Lui e la Carey avevano già litigato più di vent'anni fa. Afanasieff era sotto contratto con il marito della Carey, Tommy Mottola, che all'epoca era a capo della Sony Music Entertainment. Dopo aver divorziato da Mottola, la Carey voleva continuare a lavorare con Afanasieff, ma lui non glielo permise a causa dei suoi obblighi contrattuali. Secondo Afanasieff, Carey l'avrebbe presa sul personale. L'anno scorso, Walter Afanasieff ha parlato in un podcast del fatto che la Carey, a un certo punto, avrebbe iniziato a raccontare una "storia d'origine alternativa" di "All I Want For Christmas Is You", in cui sosteneva di aver già inventato parti della canzone da bambina e di averla suonata sulla sua tastiera all'epoca. La Carey ha poi commentato la vicenda con una dichiarazione ufficiale, cosa che non aveva mai fatto prima con le azioni legali di Stone. Un portavoce della cantante ha dichiarato: "Mariah non ha mai affermato di aver scritto 'All I Want for Christmas' da sola o da bambina. Ha sempre dato credito a Walter, che è anche indicato come autore della canzone. L'accusa è ridicola". Il portavoce ha inoltre dichiarato: "Non so da dove provenga la voce, ma Mariah ha un grande rispetto per gli autori di canzoni e per il loro mestiere - lei stessa ne è una".

Sarà interessante vedere quale sarà l'esito di questa causa. E se Mariah Carey dovesse uscire vittoriosa da questa disputa, secondo il conteggio di Rolling Stone, Andy Stone avrebbe ancora altri 177 artisti che hanno una canzone intitolata "All I Want For Christmas Is You". Tra l'altro, sono incluse anche alcune canzoni pubblicate prima della versione di Vince Vance & The Valiants...

Ti è piaciuto l'articolo?